Cerca tra i nostri immobili

BUONE NOTIZIE PER CHI INVESTE NEL MATTONE A TREVISO

E' stato aggiornato e sottoscritto, presso il Comune di Treviso, l'accordo territoriale tra le associazioni della proprietà edilizia e degli inquilini, per la stipula dei contratti di locazione ad uso abitativo a canone concordato, in applicazione delle norme di cui al decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti del 16 gennaio 2017, pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 15 marzo 2017, che ha rinnovato la normativa.
Il nuovo accordo sostituisce tutti i precedenti.


Si ricorda che questa tipologia di contratto, peraltro possibile in Comune di Treviso da molti anni e che l'agenzia immobiliare Studio Master propone sempre, se attuabile a seconda delle circostanze, ai propri clienti, permette, ad entrambe le parti, di ottenere agevolazioni fiscali; naturalmente è sempre possibile stipulare contratti di locazione ad uso transitorio, anche per studenti universitari.

Stipulando contratti di locazione di questo genere, si usufruisce dei seguenti benefici: ulteriore riduzione del 30% del reddito imponibile; riduzione del 30% della base imponibile per l'imposta di registro; aliquota IMU ridotta, detrazioni Irpef per gli inquilini che appartengono a determinate fasce di reddito.
Il proprietario/locatore che opta invece per l'applicazione della cedolare secca sul reddito derivante dalla locazione di immobili a canone concordato, versa un'imposta del 10%, anziché quella del 21% prevista per i contratti cosiddetti “liberi”.
Il canone dei contratti “concordati” viene determinato tra valori, previsti nell'accordo, che tengono conto della zona dove è situato l'immobile, delle caratteristiche dell'immobile stesso, della data di costruzione o di effettuazione di interventi di ristrutturazione, completo restauro o manutenzione straordinaria dell'unità immobiliare; la superficie convenzionale dell'alloggio, calcolata sulla base di determinati parametri, andrà moltiplicata per il valore al metro quadrato per anno.
Entro i valori minimo e massimo, che risulteranno dai calcoli di cui sopra, le parti contraenti concorderanno il canone di locazione.